Smart news

Follow the news

6 dicembre 2019

Workshop sull’agenda digitale del Comune di Prato




Il  Comune di Prato ha avviato il processo di pianificazione della propria Agenda Digitale, la strategia locale che utilizza il potenziale offerto delle tecnologie ICT per favorire innovazione, progresso e crescita economica del territorio. In particolare, l’agenda digitale si focalizzerà sui servizi digitali offerti e gestiti dall’Amministrazione comunale a vantaggio delle diverse categorie di utenti sul territorio, in modo da renderli sempre più efficaci e di largo utilizzo.

Il giorno 18 dicembre, presso la sede di Manifatture Digitali Cinema, il Comune di Prato organizza una giornata di confronto con un gruppo selezionato di rappresentanti dei vari stakeholder cittadini, in modo da raccogliere indicazioni e suggerimenti per la stesura dell’Agenda Digitale. La giornata prevede anche la presenza di esponenti dei comuni di Torino, Modena e Bari, che porteranno la propria esperienza e forniranno elementi di riflessione.

6 dicembre 2019

Mappatura dei progetti innovativi delle utilities




Nell’ambito delle attività di aggiornamento del piano Smart City, è in corso la mappatura dei progetti di innovazione digitale gestiti dalle utilities pratesi, a cura di Confservizi Cispel Toscana. Obiettivo della mappatura è fornire un quadro aggiornato delle attività che le utilities stanno portando avanti nel contesto della smart city, in modo da produrre un quadro informativo condiviso che, oltre ad essere un asset di valore per il territorio pratese, possa rappresentare anche un ulteriore stimolo per la configurazione delle azioni di programma in carico all’Amministrazione comunale.

9 maggio 2019

FIRMATO IL PROTOCOLLO PER LO SVILUPPO DI PROGETTI SMART CITY A PRATO




È stato firmato il giorno 8 maggio 2019 il protocollo di intesa fra il Comune di Prato, Confservizi CISPEL Toscana, Cap S.c.a.r.l., G.I.D.A. S.p.A e Citelum Italia S.p.A, per la realizzazione congiunta di progetti smart city nell’area pratese.

Confservizi CISPEL Toscana è il soggetto cui fanno capo le public utilities che connette le partecipate e aziende di servizi pubblici nel territorio ed opera per finalità di pubblica utilità, inoltre è una associazione regionale riconosciuta dalla Regione Toscana con propria delibera. In tale veste, ha firmato il protocollo per conto di:

•    Alia S.p.A.
•    Consiag Servizi Comuni S.r.l.
•    Edilizia Pubblica Pratese S.p.A.
•    Estraclima S.r.l.
•    Estracom S.p.A.
•    ESTRA S.p.A.
•    Società Publiacqua S.p.A.
•    Publies Energia Sicura S.r.l.
•    Interporto della Toscana Centrale S.p.A.
•    Toscana Energia S.p.A.

Il protocollo, della durata di tre anni, si inquadra nell’ambito dello sviluppo del piano smart city avviato nel 2016 dal Comune di Prato con il supporto del PIN S.c.r.l. – Polo Universitario Città di Prato e di Confservizi Cispel Toscana e ha l’obiettivo di promuovere e coordinare le azioni dell’insieme degli enti pubblici, delle utilities e degli altri gestori di servizi a rilevanza pubblica, anche mediante lo scambio di dati ed informazioni utili a questo scopo.

In particolare, su questo tema, nel  dicembre 2018 si è svolto a Prato uno Smart Living Lab con la partecipazione di tutte le Utilities del territorio, che aveva l’obiettivo di individuare alcune priorità  di intervento per il raggiungimento di una proficua collaborazione ed in particolare quella di dar vita, sfruttando le possibilità offerte dalle tecnologie ICT, di una cosiddetta “Situation Room” attraverso la quale i vari attori coinvolti possano scambiarsi in tempo reale informazioni relative alla città ed ai suoi eventi significativi per una gestione efficiente dei servizi e per la sicurezza.

Comunicato stampa
Protocollo-Smart Cities – Prato – def150419

Articoli Stampa

Il Tirreno – Banca dati comune per la mobilità e gestione dei cantieri stradali
La Nazione Prato – Scambiarsi notizie? Ora si può fare
Notizie di Prato – Prato città sempre più smart: un’unica regia per orientare i cittadini tra traffico, sosta e cantieri

1 febbraio 2019

AGGIORNAMENTO PIANO SMART CITY 2018




È disponibile il documento di aggiornamento del piano smart city del Comune di Prato per il 2018. Il documento riporta le attività relative all’implementazione del piano che si sono svolte nel 2018. In particolare, nelle sezioni 1 e 2 si riportano aggiornamenti relativi ai progetti di tipo verticale ed alle azioni di tipo trasversale indicate nelle linee guida del piano smart city, mentre nella sezione 3 si forniscono informazioni sugli Smart Living Lab (SLL) realizzati nel 2018. Nella sezione 4 si riportano indicazioni sulle azioni progettuali emerse dagli SLL, che saranno oggetto di una futura realizzazione mentre nella sezione 5 vengono indicate ulteriori possibili azioni da implementare in altri ambiti smart city.
Gli aggiornamenti riportati sono relativi alle azioni direttamente di responsabilità dell’Amministrazione comunale, ma anche altri attori che hanno contribuito alla definizione delle linee guida del piano smart city (in particolare le utilities) stanno portando avanti alcune iniziative autonome che rientrano nel quadro della smart city. Nel 2019 si prevede di avviare anche una ricognizione relativa a tali azioni

17 dicembre 2018

Workshop “Verso la Situation Room per Prato”




Nell’ambito dello Smart Living Lab “Governance collaborativa PA-Utilities”, il 18/12/2018 presso la sede di Manifatture Digitali Cinema si svolgerà il workshop “Verso la Situation Room per Prato”, a cui parteciperanno il Comune di Prato e le Aziende partecipate. Paolo Nesi dell’Università di Firenze illustrerà la piattaforma Snap4city, che potrà rappresentare il supporto informativo per lo sviluppo di un nuovo modello di lavoro basato sulla collaborazione, sulla condivisione di strumenti ed assets, a partire dai dati, e sulla condivisione di una visione di futuro per la città. La Situation Room avrà quindi l’obiettivo di integrare i dati utili sulla mobilità del Comune di Prato e delle Utilites, per permettere la visualizzazione sinottica delle informazioni condivise e dei fenomeni, sia in tempo reale che pianificati, con ricaduta sulla mobilità.

19 maggio 2017

STRUMENTI E METODI DI COMUNICAZIONE CON L’UTENZA




Il sito web di Estra si propone come una piattaforma informativa in grado di fornire informazioni in maniera intuitiva e completa, interattiva e multimediale, su tutti i servizi offerti dall’azienda capofila e da tutte le aziende controllate. È presente un’area intranet interattiva con autenticazione personale per gestire le proprie utenze e una pagina con i riferimenti per raggiungere l’Azienda contattando il call centre. L’area clienti è raggiungibile anche con un’app per smartphone e tablet che consente di gestire le proprie forniture (visualizzare fatture e scadenze, modificare i dati anagrafici, pagare le bollette con carta di credito, inviare l’autolettura del contatore, localizzare i punto.clienti). Il sito fornisce inoltre informazioni sui temi energetici ed ambientali, buone pratiche e consigli utili agli utenti per l’utilizzo quotidiano dell’energia. I contenuti presenti sul sito sono si trovano inoltre su Live Green App: applicazione gratuita realizzata da Estra e Legambiente, per informare famiglie e cittadini sui temi dell’energia e della sostenibilità ambientale, calcolare in maniera personalizzata i propri consumi, inserendo i dati della propria abitazione, ricevere consigli ad hoc su come è possibile risparmiare e ottenere maggiori informazioni sulla sicurezza e sulla manutenzione degli impianti. Sono inoltre attive una pagina Facebook ed un canale You Tube che contiene una serie di video di sensibilizzazione, informazione ed educazione ai temi energetici ed ambientali. Gli iscritti all’area web ed i principali stakeholder ricevono inoltre comunicazioni ed informazioni via newsletter.

5 marzo 2017

La sfida della Smart City: un modello urbano per lo sviluppo sostenibile e la qualità della vita. (Non è tutto “smart” quello che luccica).




Sempre più inflazionato, a volte abusato, il termine “smart” è oggi utilizzato in diversi contesti attribuendogli significati tra i più disparati. Dallo Smartphone alla Smart TV, dai Prezzi Smart di Trenitalia, alla Smartbox per regalare un viaggio, tutto sembra essere diventato “smart” e della parola si perde il significato. Secondo il dizionario Chambers 20th Century Dictionary l’aggettivo significa intelligente, ma con diverse connotazioni tra cui tagliente e acuto oppure forte, veloce, efficiente e ancora di moda, notevole. Anche le città oggi sono“smart”: le Smart City.
Tradotto nella maggior parte dei casi con Città Intelligente, il termine è spesso utilizzato per descrivere una città sostenibile. Il suo significato si è, però, evoluto nel tempo. La Smart City è stata inizialmente legata alla sfera ambientale e, nello specifico, al concetto di smart growth (Crescita intelligente), un approccio diffuso a fine anni 80 negli USA che cercava di mediare tra lo sviluppo delle città ed il rispetto delle condizioni ambientali nei nuovi insediamenti. Queste idee giunsero in Europa, in un contesto di declino industriale che stava trasformando le città: vecchie zone produttive andavano svuotandosi e si poneva il problema di come sottrarle al degrado grazie alla rigenerazione urbana. Il termine “smart”, da attributo della crescita, comincia ad essere usato per designare politiche di miglioramento della città esistente: da smart growth si passa, quindi, alla Smart City. Il concetto si lega in quel periodo all’innovazione tecnologica, allo sviluppo delle tecnologie informatiche volte ad ottenere vantaggi in campo energetico nell’ambiente urbano, e, soprattutto, al tema della sostenibilità e dello sviluppo sostenibile.

Continue Reading

5 marzo 2017

Smart People DESIGN smart city




Il gruppo CodesignToscana, in occasione di WOM – Grand Opening 21/05 @Corte Genova, e con il supporto di Spazio Materia e WOM – Wonderful Market, organizza la prima Local Co-design Jam con il tema “Smart people design smart cities” ispirata dall’agenda Città di Prato Smart City nella settimana della Global Govjam.

Lo scopo della Local Jam “Smart people design smart cities” è quello di stimolare e coinvolgere i partecipanti a definire bisogni, strumenti e tecnologie abilitanti per renderli protagonisti e co-progettisti del cambiamento verso la smart city. Saranno utilizzati strumenti del service design thinking per indagare problematiche, evidenziare bisogni e far emergere idee per rendere i cittadini abili nel progettare il proprio territorio smart e proporre concrete linee d’azione.

La Local Co-design Jam è aperta a tutti!
Per questo coinvolgeremo cittadini e amministratori pubblici, esperti nel campo delle smart cities, della rigenerazione urbana e della ricerca sociale. E poi studenti, filosofi e progettisti, ingegneri e attivisti, artisti e ricercatori, makers e artigiani, designers di ogni tipo.. saranno tutti parte di una 24h creativa e collaborativa!

L’evento è GRATUITO, stiamo definendo delle convenzioni per la colazione e il pranzo di domenica.
Per partecipare è necessario iscriversi tramite il link Eventbrite che trovate sopra.

Per maggiori informazioni scrivi a:
codesigntoscana@gmail.com